Home » La psicoterapia

La psicoterapia

Cos’è la psicoterapia

Cos’è la psicoterapia - PsichEur Psicologia


La psicoterapia è un percorso che ha come obiettivo il raggiungimento del benessere psicologico attraverso la realizzazione di sé , imparando ad esprimere appieno le proprie capacità e potenzialità che sono rimaste parzialmente e/o totalmente inespresse, o impararne di nuove per sostituire quelle che non sono più funzionali alla vita attuale.

Ogni persona, con modalità diverse, investe energie ed emozioni nel “cancellare” alcuni aspetti della realtà che minaccerebbero il quadro del mondo che si è costruito nell’infanzia.

Risulta necessario,quindi, che per risolvere problemi e cambiare efficacemente, sia fondamentale raggiungere come primo passo la consapevolezza degli aspetti della realtà che si sono svalutati per aumentare la conoscenza di sé e anche l’accettazione dei propri limiti.

A questo segue la fase del  cambiamento della struttura personale, in quanto la comprensione della natura e le fonti dei problemi non è fine a se stessa nella psicoterapia analitico transazionale; piuttosto risulta essere uno strumento da utilizzare nel processo attivo del cambiamento.

Il cambiamento, consiste quindi nel prendere la decisione di agire diversamente e poi procedere nel farlo.

Quando chiedere aiuto allo specialista

 Chiedere aiuto spesso viene vissuto come un fallimento della propria vita, per cui, spesso le persone svalutano, trattengono il proprio disagio “aspettando che passi da solo prima o poi” o pensando che ci sono cose peggiori. In questo modo la persona, investe una quantità di energia per allontanare il problema per paura o per orgoglio, rimandando il chiedere aiuto fino al momento in cui può divenire insostenibile continuare a far finta di nulla e la carica emotiva di disagio e sofferenza  aumenta finendo con il trovarsi in un vicolo cieco.

La psicoterapia è necessaria in questa fase ma è utile anche ai primi sintomi di disagio. Ci si può rivolgere ad un terapeuta quando, ad esempio si manifesta: ansia, fobie, angoscia, panico, irritabilità, non controllo degli impulsi, instabilità di umore, difficoltà di relazione, condotte autolesive, e comunque in tutte quelle situazioni nelle quali si vive un disagio interno che ostacola il benessere e la serenità personale. Molto spesso si pensa che eliminando la situazione problematica il disagio si risolve non prendendo in considerazione che potrebbe verificarsi nuovamente e che si sta svalutando la propria capacità di affrontare le situazioni disagevoli.

La differenza tra la figura dello psicologo e dello psicoterapeuta


Lo psicologo è un laureato in psicologia, iscritto all’albo professionale degli psicologi della propria regione.

Lo psicoterapeuta è un laureato in psicologia o medicina e chirurgia, che ha poi conseguito la specializzazione quadriennale in una scuola  di psicoterapia  dal riconosciuta dal MUR (ministero dell’università e della ricerca).

Ruolo dello psicoterapeuta e relazione terapeutica

Nella relazione terapeutica, lo specialista e il paziente hanno ruolo attivo nel processo di cambiamento, in quanto il terapeuta  sostiene, incoraggia, permettendo al paziente di esprimersi liberamente senza MAI sostituirsi al paziente  nella risoluzione dei suoi problemi. Il paziente si impegna a portare contenuti  su cui lavorare in seduta  collaborando con il terapeuta.

Capita, spesso, che la persona che inizia un percorso di psicoterapia, abbia la fantasia che il terapeuta abbia la” ricetta magica”; credere questo significa svalorizzare le proprie capacità assumendo un ruolo passivo nella relazione non considerando che si tratta di un lavoro di collaborazione reciproca.

Il setting terapeutico

Un elemento fondamentale, sia nel contesto individuale, di coppia e di gruppo è rappresentato dal contratto terapeutico.

Tenendo conto della richiesta del paziente e della diagnosi che lo riguarda, viene concordato un obiettivo terapeutico che in Analisi Transazionale prende il nome di contratto. Questo deve essere chiaro e condiviso da paziente e terapeuta,concreto e realistico .

Il contratto rappresenta il primo passo per promuovere il cambiamento in quanto il paziente assume un ruolo attivo nel processo di chiarificazione del problema e di responsabilità rispetto al raggiungimento del cambiamento stesso.

Inoltre il setting  prevede l’accordo su costi, frequenza e modalità di pagamento.

Dott.ssa Bocchini Laura
Via del tintoretto, 292
00143 - Roma
Tel. 328-7199220 - Mail: bocchinilaura@yahoo.it